CONDIZIONI DI INGRESSO E SOGGIORNO DEI CITTADINI DI PAESI TERZI PER MOTIVI DI STUDIO E RICERCA

È stato approvato in via definitiva, da parte del Consiglio dei Ministri n. 82 (8 maggio 2018) il decreto legislativo che, in attuazione della direttiva UE 2016/801, introduce anche nel nostro ordinamento una disciplina speciale per l’ingresso e il soggiorno dei cittadini di Paesi terzi per motivi di ricerca, studio, tirocinio, volontariato, programmi di scambio di alunni o progetti educativi e collocamento alla pari. Questo provvedimento procura risposte alla necessità di prevedere misure atte a promuovere una piena ed effettiva internazionalizzazione “in entrata” del Sistema Universitario e della Ricerca in Italia, non limitata all’area Europea, dichiarata e fatta oggetto di articolate proposte da parte dello stesso Consiglio Universitario Nazionale nel documento “Semplifica Università III – A proposito di internazionalizzazione: un fast track per un ‘visto di ricerca’”, del luglio 2014.

Testo della proposta CUN e del comunicato stampa CdM

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.