Una riga in una circolare mette a rischio oltre 2mila posti fissi per i ricercatori

Fonte: Il Sole 24 Ore –di Gianni Trovati 30 gennaio 2018 A occhi disattenti o inesperti sarà sembrata una piccola correzione formale, una riga all’interno di una circolare di 11 pagine. Ma l’effetto di questo mini-restyling, di fatto imposto alla Funzione pubblica dalle obiezioni della Corte dei conti, rischia di bloccare uno dei capitoli chiave della stabilizzazione…

Ricerca: gli impegni del MIUR per la stabilizzazione dei precari

http://www.flcgil.it/ricerca/precari/ricerca-gli-impegni-del-miur-per-la-stabilizzazione-dei-precari.flc Una delegazione sindacale è stata ricevuta dall’amministrazione nel corso della grande manifestazione tenuta di fronte al Ministero. 04/10/2017   Il 4 ottobre 2017 i precari del CNR e degli enti pubblici di ricerca (INAF, INFN, INGV, CREA, INRIM, INAPP, etc.) hannomanifestato sotto la sede del MIUR per rivendicare il loro diritto alla stabilizzazione, alla…

Ricercatori a tempo determinato, la riforma dei «pre-ruolo» riparte: il via entro l’estate

Fonte: Scuola 24 di Marzio Bartoloni Un percorso unico per i ricercatori L’obiettivo della riforma dei ricercatori a tempo determinato è lo stesso uscito dall’incontro organizzato dal Pd a Udine oltre cinque mesi fa: quello di creare un percorso unico per i ricercatori nell’accesso alla docenza per renderlo più semplice e veloce. Nel mirino la riforma Gelmini…

Università, “precari più del 50% dei ricercatori. Dopo il dottorato lavorano gratis per 10 mesi, 55 ore a settimana”

I dati arrivano da un’indagine interna del Coordinamento nazionale non strutturati, che ha promosso uno sciopero bianco per il riconoscimento della ricerca come lavoro. Questo dopo che il governo ha negato loro l’indennità di disoccupazione prevista per gli altri parasubordinati. I soli assegnisti forniscono nella loro carriera un contributo gratuito pari al lavoro di tutti…

I ricercatori scioperano alla rovescia: braccia incrociate ma solo sulla maglietta

Fonte: La Stampa 03/02/2016 NOEMI PENNA TORINO I ricercatori incrociano le braccia. Ma solo sulle magliette: è lo «sciopero alla rovescia» indetto dal Coordinamento ricercatrici e ricercatori non strutturati universitari contro la decisione del Governo di non estendere alla categoria l’indennità di disoccupazione. Lavoro in rosso Assegnisti, dottorandi e titolari di borse di studio continueranno…

[Reblog]: Ricerca: la riforma Gelmini quattro anni dopo e la generazione perduta

Un freddo e piovoso dicembre di quattro anni fa fu approvata la “riforma” dell’università, la cosiddetta Legge Gelmini. In seguito, due ministri vicini all’area Pd (Profumo e Carrozza) e uno appartenente a Scelta Civica (Giannini) si sono limitati a “monitorarla” senza apportare modifiche sostanziali. Qual è il bilancio attuale? Quali sono gli aspetti positivi per l’università e il paese e quali…

Non è ancora un Paese per ricercatori

di Dario Braga 04 agosto 2014 Chi è avvezzo alle scienze sperimentali sa che ogni teoria deve essere sottoposta al vaglio della sperimentazione per verificarne esattezza e robustezza. Questo vale anche per la teoria del temporary job universitario che sorregge le scelte della legge 240/2010 (Gelmini). A quasi quattro anni di distanza dall’entrata in vigore, è quindi…

Università, è allarme precarietà

Roma –  Secondo i dati del Miur, nel 2012 l’università italiana ha raggiunto un trend totalmente negativo: il 60 % fra docenti e ricercatori, lavora con un contratto precario.  Tra chi si occupa di ricerca come dottorandi, ricercatori a tempo determinato/ indeterminato ed assegnisti, la percentuale sale al 69%, mentre fra i professori quasi uno su…

Una controriforma che soffoca l’università

Fonte: Il Manifesto | Autore: Antonio Cavaliere Una controriforma che soffoca l’università  Eliminare la figura del ricercatore a tempo indeterminato è come immaginare un’università di soli professori, un’amministrazione pubblica fatta di soli dirigenti o un giornale fatto di soli direttori. Così dilaga la precarietà e la fuga dei cervelli. Tra i guasti della riforma Gelmini dell’Università – e…

Dottorandi, il governo cambia

L’esecutivo corre ai ripari dopo le proteste del mondo politico e delle associazioni sulle #borsedistudio FLAVIA AMABILE E ora il governo ci sta ripensando.  Qui di seguito vi riporto tutti gli emendamenti presentati in commissione alla Camera per evitare l’ulteriore penalizzazione di dottorandi e specializzandi inserita nell’ultimo decreto fiscale. A breve ha promesso un nuovo testo.…

All’università il precariato è strutturale la ricerca senza borsa e senza futuro

Dottorandi, assegnisti e ricercatori a tempo determinato esclusi da ogni tipo di tutela. E con la riforma Gelmini ne sono stati espulsi 20mila in un anno. Una ricerca stima che l’85% non entrerà all’università di MANUEL MASSIMO Ricercatori a perdere e senza alcuna prospettiva di carriera accademica nell’università italiana, dove ormai il precariato “in ingresso”…

Unimi: no ai soldi per tre anni

Di Guidobaldo Sestini Enrico Decleva Quattro milioni di fondi privati, per contratti di ricerca a termine, rimandati al mittente per non dover gestire, fra tre anni, eventuali richieste di stabilizzazione. La storia che ricorda certe pièce di Eugene Ionesco, il padre del teatro dell’assurdo, viene dalla Statale di Milano, peraltro una delle migliori università italiane. Nei…

Circolare CNR sugli assegni di ricerca

Circolare n. 40/2011 AMMCNT – CNR 0078193 del 3/11/2011 Ai Dirigenti/Direttori delle Unità Organiche e Strutture del CNR Loro Sedi Oggetto: Modifiche al Disciplinare concernente il conferimento di assegni per lo svolgimento di attività di ricerca. In data 22 settembre 2011 il Consiglio di Amministrazione con delibera n. 186 ha proceduto alla ratifica del decreto d’urgenza del Presidente…

Tutti i ricercatori precari devono poter partecipare all’abilitazione!

In merito all’interpretazione dell’Art. 3, comma 4, del D.M. sui criteri e parametri per l’abilitazione scientifica nazionale. È circolata in rete una bozza del Decreto Ministeriale riguardante il “Regolamento recante criteri e parametri per la valutazione dei candidati ai fini dell’attribuzione dell’abilitazione scientifica nazionale per l’accesso alla prima e alla seconda fascia dei professori universitari, ai…

Sedici milioni per gli spin-off

Più che un vero e proprio bando, è una misura “a sportello”, dunque sempre aperta: chi ha un progetto lo presenta al ministero in qualsiasi momento, il dossier viene esaminato e – se supera la valutazione – finanziato, senza bisogno di entrare in una graduatoria. È lo strumento di sostegno agli spin-off previsto dal decreto…