Cancro. Finita la sperimentazione al Cnao di Pavia. L’adroterapia a costi 10 volte più bassi che all’estero

Dal 1 gennaio è aperto a tutti i pazienti il Centro nazionale di adroterapia oncologica di Pavia. Finita la fase sperimentale delle nuove terapie basate sull’accelerazione di particelle di protoni e ioni carbonio per i tumori interni che non rispondono a radioterapia. Il costo del trattamento è di 24mila euro l’anno contro la media di 250mila dollari degli altri Paesi

20 GEN – Con l’inizio del 2014, il Centro nazionale di adroterapia oncologica (Cnao) di Pavia può finalmente mettersi alle spalle l’anno più difficile della sua storia: il rischio della bancarotta infatti non è più così reale e ora, dopo aver ottenuto a fine dicembre la marcatura CE e le tariffe dalla Regione Lombardia, è in sicurezza e può lavorare in autonomia, per curare e fare ricerca.

”Il 2013 è stato l’anno più difficile non solo per la nostra struttura, ma anche di tutta la mia carriera – spiega Erminio Borloni, presidente della Fondazione Cnao – perché ci siamo trovati nella situazione di aver costruito un centro di eccellenza, che tutti ci invidiano, e presso cui arrivano pazienti dall’estero, ma lasciato nell’indifferenza qui in Italia, con il rischio di fallire”.
Un progetto, quello del Cnao, iniziato nel 2001, con l’insediamento della Fondazione, a cui hanno partecipato anche, tra gli atri, l’Ospedale S. Martino di Pavia, il Policlinico di Milano, l’Istituto Nazionale Tumori, l’INFN e il Politecnico di Milano…

continua su quotidiano sanità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.