Def, contratto degli statali verso il blocco fino al 2020. Raffaele Bonanni: “Aberrante”

Fonte: Huffington Post

Def, Sezione II, pagina 34. Qui si annida la prima brutta sorpresa per il pubblico impiego che il governo mette in conto nel Documento di Economia e Finanza appena approvato dall’esecutivo, e la prossima settimana al vaglio del parlamento.

Per i dipendenti pubblici, il rinnovo dei contratti potrebbe slittare addirittura fino al 2020 anche se il passaggio “contestato” del documento va in parte decriptato. Scrive il governo: “Nel quadro a legislazione vigente la spesa per redditi da lavoro dipendente delle amministrazioni pubbliche è stimata diminuire dello 0,7% circa per il 2014 per poi stabilizzarsi nel triennio successivo e crescere dello 0,3% nel 2018, per effetto dell’attribuzione dell’indennità di vacanza contrattuale riferita al triennio contrattuale 2018-2020”.

Terminologia tecnica da cui si possono estrarre in sintesi due dati importanti. Il primo è che il governo non prevede di destinare risorse per finanziare il rinnovo dei contratti ma soprattutto si prevede di attribuire a partire dal 2018 e fino al 2020 l’indennità dio vacanza contrattuale che viene corrisposta proprio quando si prevede di non rinnovare i contratti e che viene erogata proprio per garantire almeno i lavoratori dall’effetto dell’inflazione sulle retribuzioni.

Bonanni: “Aberrante”. Una decisione che ha già mandato su tutte le furie i sindacati. Il commento più duro, quello del segretario della Cisl Raffaele Bonanni: “”È aberrante spostare in avanti il contratto dei dipendenti pubblici. Questo significa mettere a terra completamente la pubblica amministrazione”. Critico anche il commento del segretario confederale della Uil Antonio Foccillo: ” È Inaccettabile che ancora una volta si blocchino i contratti dei dipendenti pubblici fino al 2020. In questo modo il contratto dei lavoratori pubblici sarebbe bloccato per dieci anni: era il 2010, infatti, quando sono stati bloccati i salari individuali e la contrattazione nazionale e decentrata”. “Se non si corregge questa anomalia – prosegue Foccillo – la risposta sarà molto ferma. Chiediamo alla ministra della funzione pubblica un immediato incontro”.

Un pensiero su “Def, contratto degli statali verso il blocco fino al 2020. Raffaele Bonanni: “Aberrante”

  1. E’ ora che la facciano finita di SOTTOPAGARE i lavoratori pubblici ..i quali in Italia già da molti anni percepiscono gli stipendi PIU’ BASSI d’Europa …quindi ancora penalizzare? Per quanto riguarda la mobilità entro i 50 km significa per molti dipendenti un aumento delle spese quindi una consistente perdita di salario e di tempo libero da togliere alla propria vita ai propri affetti e alle proprie famiglie. Vorrei ricordare che molti dipendenti che vivono nelle provincie devono sobbarcarsi il costo dei trasferimenti con il mezzo proprio a proprio rischio e pericolo acquistando il carburante e mettendo in gioco i propri mezzi di locomozione spesso acquistati a rate o con molti sacrifici in quanto con 1400/1200 euro al mese non è facile acquistare un utilitaria….inoltre chi ogni giorno deve fare lunghi spostamenti in fretta assonnato e con i minuti contati mette a rischio e pericolo la propria vita e quella degli altri vista la pessima condizione delle strade italiane ed essendo costretto ad acquistare più carburante non fa altro che arricchire ancora di più i petrolieri e lo stato….con questa ulteriore disposizione mi sembra che questo stato ci stia truffando e come….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...