Pochi sono i giovani motivati come chi si dedica alla ricerca. Mortificare la loro vocazione è un delitto

Ancora durante la visita a Ginevra, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, parlando alla comunità scientifica italiana del CERN, dove lavorano circa 6000 ricercatori, di cui quasi 1.500 italiani, il presidente ha esaltato il ruolo dei giovani scienziati italiani e ha invitato a sostenerli: «È molto bello vedere quanti giovani abbiamo qui. Se noi mortificassimo questa vocazione per la ricerca commetteremmo un gravissimo delitto. E non possiamo concedercelo».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.